fbpx
 Abruzzo: come arrivare all’Eremo di San Bartolomeo in Legio

Vista frontale dell’Eremo

Abruzzo: come arrivare all’Eremo di San Bartolomeo in Legio

Nel III canto dell’Inferno, Dante Alighieri, accompagnato dalla sua guida Virgilio, si ritrovano nel girone degli Ignavi. Come disse il sommo poeta, costoro sono quelli che

visser sanza ‘nfamia e sanza lodo”.

Tra questi spicca una figura che gli storici, dopo attente analisi, attribuiscono alla persona di Pietro Da Morrone. Eletto Papa il 5 luglio 1294 e incoronato pontefice nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio dell’Aquila il 29 agosto dello stesso anno con il nome di Celestino V.

Ma perchè il Sommo poeta parla di lui? E come hanno fatto gli storici a capire che potesse essere proprio lui?

«vidi e conobbi l’ombra di colui
che fece per viltade il gran rifiuto.»

Il 13 Dicembre 1294, Papa Celestino V abdicò dal ruolo di Papa.

Dopo questo excursus passiamo all’Eremo di San Bartolomeo in Legio. Uno degli eremi più conosciuti e belli che si possano trovare in Abruzzo. Restaurato da Pietro Da Morrone intorno al 1250, si attesta che visse qui per almeno 2 anni. Una struttura in pietra, incastonata nella roccia della Majella a 700m s.l.m. nel territorio di Roccamorice (PE).

Una bella camminata vi porterà a scoprire la bellezza di questo tesoro nascosto, adatto per passare una vita eremitica a contatto con la natura e il proprio spirito.

Come arrivare all'Eremo di San Bartolomeo in Legio

  1. Per arrivare all’Eremo bisogna parcheggiare la macchina all’ampio parcheggio che da il via al sentiero impostando nel GPS quest’indirizzo:

Lasciate la macchina ed entrate nel sentiero ben visibile sul lato sinistro della strada.

2. Continuate a camminare all’interno della vegetazione, dopo circa 25 minuti arriverete ad un bivio. Seguite il segnale e mantenete la sinistra. Da qui continuate per altri 5 minuti fino ad arrivare ad una discesa.

3. Questa è la parte un pò più complicata. Rimanete nel sentiero facendo attenzione a scendere. La discesa può essere pericolosa se bagnata, si consigliano calzature idonee per tutta la durata del trekking. Continuate per altri 10 minuti e vi troverete davanti delle scale con un buco nel muro.

4. Questo è l’ingresso all’Eremo. Abbassate la testa e varcate la soglia facendo attenzione a discendere gli scalini sotto di voi.

6. Complimenti! Siete appena entrati nel l’Eremo di San Bartolomeo in Legio!

Dati tecnici

0 /5

Difficoltà

0 Minuti

Tempo

0 m

Dislivello

0 Km

Distanza

Abbigliamento & Attrezzatura Consigliata

Foto dell'Eremo di San Bartolomeo in Legio

Video dell'Eremo di San Bartolomeo in Legio

Altre escursioni da fare

Condividi l'articolo
  • 745
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    745
    Shares

Ti potrebbe interessare...

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook