fbpx

Castello di Peleș

 Castello di Peleș

Tra tutti i palazzi reali, il Castello di Peleş è senza dubbio il più bello. Fu anche la prima residenza reale costruita da Carol I in Romania. Infatti, il castello è stato interamente creato dal primo Re di Romania, che, insieme a sua moglie, la regina Elisabetta, ha lasciato il segno su questa sontuosa residenza a Sinaia.

Poiché i due principeschi palazzi di Bucarest – quello di Calea Victoriei e quello di Controceni, non offrivano condizioni di vita particolarmente confortevoli, il sovrano decise di costruire una residenza degna del suo status di principe tedesco della Casata di Hohenzollern. Situato ai piedi delle montagne Bucegi, lungo il fiume Peleş e dal Monastero di Sinaia in un luogo selvaggio ma pittoresco noto come il massiccio di Piatra Arsà. Questo castello diventerà la residenza preferita del re Carol I, che ha curato da vicino tutti i lavori di costruzione fino al suo completamento nel 1914.

Il 7 ottobre 1883, al Monastero di Sinaia e alla presenza del Re e della Regina e di vari dignitari di alto rango, il castello di Peleș fu finalmente inaugurato in una cerimonia che iniziò alle 9 in punto  con un servizio religioso officiato dall’Arcivescovo rumeno. Dopo il servizio, il generale Creteanu, capo del personale militare del re, ha letto il documento di inaugurazione che diceva:

“Io, Carol I, Ruler e King, insieme alla Regina Elisabetta, dopo due anni di  infaticabile battaglia con terreno instabile attraversato da molte sorgenti, siamo riusciti a porre le fondamenta, ai piedi dei monti Bucegi, di questo edificio, nell’anno del nostro Salvatore 1875 e nel nono anno del mio regno. I lavori di costruzione furono interrotti durante la guerra per l’indipendenza della Romania. Entrammo in questa casa nell’anno del nostro Salvatore 1883 e nel diciassettesimo anno del mio regno, in nome del Castello di Peles”.
 
Condividi l'articolo

Francesco

https://searchgo.it

Light Designer nella vita di tutti i giorni, viaggiatore nella seconda vita. Credente della filosofia del viaggio in solitaria giusto per poter fare quello che mi pare. Fotografo e visito qualunque cosa ho sott'occhio.

0 Reviews

Write a Review

Ti potrebbe interessare...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *