Navelli

Creato il 16 Maggio 2019
Categoria Città
PosizioniAbruzzo, Italia, L'Aquila
Valutazione
0.0


Condividi i nostri articoli
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Panoramica della città di Navelli

Navelli è uno dei borghi abruzzesi più belli, tanto da essere meritevole di entrare a fare parte del “Club dei borghi più belli d’Italia”, un’associazione che raccoglie e raggruppa i piccoli borghi di maggiore interesse storico e culturale presenti in Italia allo scopo di tutelare, proteggere e valorizzare un patrimonio inestimabile che altrimenti rischierebbe di andare perduto.

Le origini del nome si perdono nel mistero e le teorie di pensiero sono principalmente due: la prima prevede che il nome derivi da Nava cioè Conca, dall’affossamento nel quale si trova il paese; la seconda ipotesi invece afferma che il nome derivi da Novelli cioè da un unico castello riunito in nove ville, che poi sarebbe diventato Navelli dalla partecipazione degli abitanti del borgo alle crociate in Terra Santa.

Navelli si adagia dolcemente sulla pendice Sud Ovest di un rilievo che domina la sottostante Piana di Navelli che si estende per circa venticinque chilometri ed in cui scorre il fiume Aterno.

Da vedere

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Il borgo va esplorato passeggiando per le singole viuzze alla scoperta di ogni singola porta, di ogni singola casa e di ogni singolo palazzo che si mimetizza tra le case in pietra.

Partendo dalla sommità del borgo si staglia il Palazzo Santucci, chiamato così in onore degli ultimi proprietari e che si erge sulle rovine del vecchio castello; dall’androne si arriva in un ampio cortile impreziosito da un pregevolissimo pozzo centrale su cui campeggia la data di costruzione del 1632; proseguendo fino al cortile esterno posteriore del palazzo si trova la bellissima Chiesa di San Sebastiano  il cui campanile era la vecchia torre di avvistamento del castello che purtroppo è stata gravemente danneggiata dal sisma del 2009; dal lato esterno del cortile si trova invece la vecchia Porta Castello che è l’unica porta delle vecchie mura arrivata fino ai nostri giorni.

Una volta fuori dalla porta ci si trova in uno splendido dedalo di vicoli in cui il tempo sembra essersi fermato, ed in cui  per primo si incontra il bellissimo Palazzo Onofri caratterizzato da una splendida loggia che si affaccia sulla piana in un paesaggio mozzafiato; dal lato ovest della via principale si incontra Palazzo Cappa che comprende la bellissima Cappella di San Pasquale. Continuando la passeggiata al di fuori delle mura si trovano altri pregevolissimi luoghi da visitare come la piccola Chiesa del Suffragio oppure altri palazzi di notevole interesse storico come Palazzo Piccioli e Palazzo de Roccis che è caratterizzato dai suoi stupendi pavimenti a mosaico.

Fuori dal centro abitato si trovano interessantissime Chiese di campagna come Santa Maria in Cerulis, Santa Maria delle Grazie e la Madonna del Campo.

 

I prodotti del borgo e la gastronomia

Navelli è celebre in tutto il mondo per la produzione dello zafferano, denominato nella zona addirittura come l’oro rosso del territorio; fu importato nel XIII secolo da Padre Santucci, un Monaco impegnato in Spagna nei tribunali dell’inquisizione che riportò la pianta molto diffusa nella penisola iberica e che ha trovato nella piana di questo splendido borgo le condizioni ideali per attecchire e diventare una fonte di ricchezza per la popolazione fino ad ottenere nel Maggio 2005 la Denominazione di Origine Protetta.

Tra gli altri prodotti tipici sono assolutamente da citare le mandorle, il pregiatissimo olio d’oliva, ma soprattutto i tipici ceci, di misura molto ridotta ma dal sapore molto deciso e che rappresentano  una base fondamentale per molti dei piatti gastronomici classici della zona; infatti sono assolutamente da non perdere le sagnette o gli gnocchetti con i ceci, e la zuppa di ceci; ma ovviamente da non dimenticare il clou di ogni menù che si può trovare a Navelli e dintorni, ossia il celebre e squisito risotto allo zafferano, ed ancora l’agnello allo zafferano e per chiudere in bellezza con un dolce prelibato i deliziosi Cauciunetti ai ceci.

Eventi e manifestazioni

La manifestazione più importante che si tiene a Navelli è la Sagra dei ceci e dello zafferano che si tiene nel mese di Agosto e che oltre ad offrire una grande possibilità di degustazione dei piatti tipici del territorio, offrono una vasta possibilità di scelta tra manifestazioni culturali e folcloristiche tra cui la più originale è sicuramente “Il Palio degli asini” che è una sorta di parodia del più famoso palio di Siena,in cui si sfidano le varie contrade del paese, però la gara non si svolge sui cavalli ma sugli asini.

 

Come arrivare:

Da Ovest:
Prendere l’Autostrada A24 Roma-L’Aquila ed uscire a L’Aquila Est e poi immettersi sullla SS 17 direzione Popoli-Sulmona

Da Est:
Prendere l’autostrada A25 Pescara-Roma ed uscire a Bussi-Popoli ed immettersi sulla SS153 direzione Navelli

Da Nord:
Prendere l’Autostrada A1 Milano-Napoli in direzione Sud ed arrivati a Roma prendere la A24 Roma-L’Aquila

Da Sud:
Prendere l’Autostrada A1 Milano-Napoli in direzione Nord ed arrivati a Roma prendere la A24 Roma-L’Aquila

Prenota una camera


Booking.com

Scrivi una Recensione

Clicca per votare

Creando un account accetti i nostri Termini e condizioni e le nostre Norme sulla privacy

È la tua struttura?

Rivendicare una struttura è il modo migliore per gestire e proteggere la tua attività

Rivendica Ora!

Reclama Questa Struttura

Reclama la tua struttura per gestire la pagina dell'inserzione. Avrai accesso alla dashboard delle liste, dove puoi caricare foto, cambiare il contenuto della scheda e molto altro.


Iscriviti e registra la tua struttura ricettiva GRATUITAMENTE!

Registrati